In evidenzaNewsSpettacolo

Daria Bignardi presenta “Oggi faccio azzurro”: non esiste una graduatoria dei dolori, e ognuno ha un modo diverso per governare il suo

Giornalista, conduttrice e scrittrice, Daria Bignardi è stata ospite di Radio 104 all’interno del programma “Start”, condotto da Fabio Calvari e Gian Luca Firpo, e ha presentato il suo settimo romanzo, “Oggi faccio azzurro”, edito da Mondadori.
Un libro che di azzurro ha la copertina – un dipinto della pittrice espressionista Gabriele Münter (che farà parte della storia) – e il titolo, ispirato a un modo di dire tedesco che risale al Medioevo e veniva utilizzato dagli artigiani che, un giorno alla settimana, non andavano a lavorare e potevano guardare il cielo.
Ma al lettore è riservata una libera e personale scelta di interpretazione, perché è un titolo sospeso, proprio come i personaggi del libro e, in particolare, la protagonista Galla, la quale ci confessa che darle quel nome in onore dell’imperatrice Galla Placidia è stato uno dei pochi gesti coraggiosi di sua madre.

Lasciata dal marito e convinta che sia tutta colpa sua, la donna piomba in una tristezza lacerante che sembra essere la peggiore mai provata al mondo. Per lei però il destino ha riservato due incontri (e una voce) che saranno in grado di farle comprendere che non esiste una graduatoria del dolore, che ognuno ha il suo modo di soffrire, stare male e governare i propri dispiaceri: c’è chi è più bravo a proteggersi e chi invece si sente travolto da una tempesta.
Galla, nello studio della sua psicanalista, conosce due persone: Bianca, una ragazza che diventerà maggiorenne nel corso della storia, che non riesce ad andare a scuola, e Nicola, un uomo che soffre di attacchi di panico e non riesce più a prendere l’aereo. I tre si trovano in un momento di sospensione delle loro vite, ancorate alla sofferenza con cui ognuno si è trovato a dover fare i conti, senza capire bene come si fa a sopravvivere al dolore.

“Oggi faccio azzurro” è un libro che assomiglia a un essere umano. È profondo e struggente, ma anche leggero e comico. Nonostante il tema centrale sia quello straziante dell’abbandono, ad alleggerire la situazione arriva dal passato la voce di Gabriele Münter, che racconta a Galla la sua vita e il suo grande amore con Kandinskij.
Il dialogo tra le due – una donna di oggi e una donna del passato – è a tratti esilarante, e Daria Bignardi ci racconta che anche lei si è divertita a scriverlo.

Questa sera, alle 21, sarà possibile assistere in diretta streaming alla presentazione del libro sulla pagina Facebook della Mondadori Bookstore di Imperia, collegandosi al seguente link: https://www.facebook.com/assolibrolibrialmare.

Se intanto volete recuperare l’intervista realizzata a “Start” condotto da Fabio Calvari e Gian Luca Firpo: https://www.radio104.it/podcast/intervista-daria-bignardi-2/

Comment here

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi