In evidenzaNewsSpettacoloSport

Vittorio Feltri, “Ritratti di campioni. Cronache di un giornalista tifoso”: non è soltanto vincere che ti rende un campione

Vittorio Feltri, giornalista, opinionista, saggista e direttore del quotidiano “Libero”, si è occupato di sport tutta la vita ed è sempre stato un grande appassionato di diverse discipline come il calcio, la scherma, il ciclismo e l’equitazione.
Il suo ultimo libro, edito da Mondadori – “Ritratti di campioni. Cronache di un giornalista tifoso” – è un volume che raccoglie alcuni dei suoi migliori racconti di gemme dello sport, facendoci immergere in “un viaggio tra gli italiani che meglio possono insegnarci con le loro virtù a non soccombere, anzi a salire sul podio.”

“Sposato con l’Atalanta e amante della Fiorentina”, ha raccontato agli ascoltatori di Radio 104 all’interno della trasmissione “Start” con Fabio Calvari e Gian Luca Firpo, un aneddoto della sua vita: “da ragazzo, vidi per la prima volta giocare la Fiorentina allo stadio di Bergamo e assistetti a un episodio curioso: a un certo punto, Roncoli – un difensore dell’Atalanta – scivolò perché pioveva, mettendo Montuori in una situazione favorevole per fare goal. Lui però butto fuori appositamente la palla: questa sportività mi colpì talmente tanto che rimasi affezionato alla Fiorentina, e lo sono tutt’ora.”

È  importante imparare a seguire l’esempio di talenti unici che hanno fatto la storia, ricordando che si può essere campioni anche senza aver vinto nulla e che l’eterno secondo che un giorno riesce ad arrivare primo vince due volte.
All’interno del volume, troviamo pagine dedicate a grandi dello sport come Federica Pellegrini, Valentino Rossi, Francesco Totti, Danilo Gallinari, Andrea Pirlo, Alberto Tomba e Valentina Vezzali.
Riguardo a quest’ultima, dichiara: “Ho dovuto lasciare qualcuno che meritava ma, tra quelli che ho trattato, lei è quella che mi ha emozionato di più. Ho visto tante Olimpiadi e Mondiali e, vedendola in azione, ho sempre provato un’emozione fortissima. Credo che sia un fenomeno impareggiabile.”

In giorni come questi, soprattutto se parliamo di sport, è impossibile non rivolgere un pensiero a Diego Armando Maradona, a cui Feltri dedica parole d’ammirazione, ricordando le sue giocate poetiche e sublimi e definendolo il miglior calciatore di tutti i tempi.

Ecco il link dell’intervista: https://www.radio104.it/podcast/intervista-vittorio-feltri/

Comment here

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi