In evidenzaMusic NewsNews

Global Citizen Live: perché anche con la musica si può salvare il nostro pianeta

24 ore di musica col fine di sensibilizzare i Paesi più ricchi affinché si mantengano le promesse economiche per soddisfare le esigenze dei Paesi in via di sviluppo. 100 milioni di dollari all’anno per vaccini, clima, istruzione, alimentazione.

È andato in scena nelle scorse ore Global Citizen Live, in diretta sulle televisioni di tutto il mondo dai palchi dislocati un po’ ovunque: New York, Londra, Parigi, Los Angeles, Rio de Janeiro, Sidney, Lagos, Seul e Mumbai. Ad esibirsi diverse star della musica di oggi e di ieri, da Sir Elton John, Stevie Wonder e i Duran Duran passando per Ed Sheeran, Coldplay, Jennifer Lopez, Demi Lovato.

Ci sono stati anche i Maneskin in collegamento dalla capitale francese e Andrea Bocelli dalla Toscana.

Spazio anche ad alcuni leader europei, Mario Draghi ha parlato alle nuove generazioni dicendo che «si faranno una semplice domanda: perché i loro genitori non hanno agito prima per fermare i cambiamenti climatici?». Poco prima Ursula von der Leyen, presidente della Comissione Ue, dal palco del concerto di Parigi aveva annunciato che l’Europa «nei prossimi mesi darà» altri 500 milioni di dosi di vaccino anti-Covid, dopo gli 800 milioni già donati, ai Paesi più vulnerabili perché per sconfiggere questa pandemia bisogna vaccinare il mondo intero». Anche il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato un invio di 120 milioni di dosi ai Paesi poveri. Anche alcune aziende private hanno anticipato che doneranno fondi per iniziative legati agli obiettivi della manifestazione.

L’appello degli organizzatori è rivolto a tutti i leader (in particolare quelli delle potenze del G7), ai filantropi di tutto il mondo e al settore privato delle grandi aziende e delle multinazionali, perchè si prendano decisioni immediate e si investa pesantemente sul futuro e su uno sviluppo sostenibile del pianeta.

Le performance, dal vivo o registrate, possono essere viste su Apple Music, Apple TV App, YouTube, Twitter, così come attraverso varie emittenti (TF1/TMC in Francia, TV Azteca in Messico, la BBC nel Regno Unito, ABC, ABC News Live, iHeartRadio, Hulu, The Roku Channel, FX e Time negli USA, ecc.).

Comment here

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi