In evidenzaNewsSpettacolo

Addio a Raffaella Carrà

E’ morta Raffaella Carrà, aveva 78 anni. Lo ha annunciato l’ex compagno Sergio Japino: “Raffaella ci ha lasciati. È andata in un mondo migliore, dove la sua umanità, la sua inconfondibile risata e il suo straordinario talento risplenderanno per sempre”. Il decesso è avvenuto poco fa a causa di una malattia.

Definita la regina della televisione italiana,  è stata presente nei palinsesti televisivi dalla fine degli anni sessanta. Durante la sua lunga carriera è diventata un’icona della musica e della televisione italiana, riscontrando grandi consensi anche all’estero, soprattutto in Spagna

Nel corso della sua carriera ha venduto oltre 60 milioni di dischi e ha dichiarato di possedere 22 dischi tra platino e oro. Nata a Bologna il 18 giugno 1943 esordì nel cinema alla fine degli anni ’50 quando si chiamava ancora con il suo vero cognome: Pelloni.  La sua popolarità si deve alla TV quando nel 1969 partecipò con Corrado a “Canzoonissima” dove diede scandalo per l’ombelico scoperto mostrato nella sigla d’apertura Ma che musica maestro!, che raggiunse le vette delle classifiche, vendendo 200 000 copie. Gli indici di gradimento e di ascolto toccarono livelli inaspettati, consacrando Raffaella come la nuova stella dello spettacolo italiano. Visti i soddisfacenti esiti dell’anno precedente, la Rai decise di riconfermare la stessa coppia di conduttori anche per la nuova edizione del programma. Infatti nel 1971 fu di nuovo a Canzonissima, dove vide entrare in classifica tre singoli: la sigla Chissà se vaMaga Maghella (destinata al pubblico infantile) e il celebre Tuca tuca, con annesso balletto.  Presentò un’edizione di Fantastico, un Festival di Sanremo, nel 2001. Condusse per anni “Carramba che Sorpresa”, “Carramba che Fortuna”. Era un’artista a 360° conosciuta anche all’estero soprattutto in Spagna e in America Latina. A partire dal 24 febbraio 2016 tornò come coach nel programma di Rai 2 The Voice of Italy affiancata da Emis Killa, Max Pezzali e Dolcenera; Il suo ultimo programma televisivo risale alla primavera 2019 quando condusse un programma d’interviste a noti personaggi dello spettacolo, della cultura e dello sport, dal titolo A raccontare comincia tu. 

Comment here

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi