In evidenzaNewsPersonaggi

Britney Spears è stata invitata al Congresso degli Stati Uniti

Britney Spears ha condiviso sui social un invito speciale che le è arrivato per raccontare la sua storia. Due deputati americani, Charlie Chist ed Eric Salwell, hanno scritto una lettera alla popstar per invitarla al Congresso degli Stati Uniti per raccontare come ha riguadagnato il controllo della sua vita e del suo patrimonio, quando lo scorso novembre è stata posta la fine della tutela legale affidata al padre.

Nella lunga battaglia legale della cantante, seguita con grande attenzione da media e dai social – si legge nella lettera, datata 1 dicembre – “sono state portate alla luce molte questioni che sono comuni nel processo di tutela legale. Particolarmente preoccupante è stata la notizia che, per anni, non è stata in grado di assumere un consulente legale per rappresentare gli interessi personali e finanziari. Altre questioni che circondano la petizione iniziale, l’eventuale permanenza della tutela e l’essere costretti a impegnarsi in un impiego contro la propria volontà, sono tutte preoccupanti”.

L’invito al Congresso degli Stati Uniti, conclude la lettera, è per “descrivere con parole tue come hai ottenuto giustizia. Non c’è dubbio che la tua storia darà potere a innumerevoli altri al di fuori dei milioni che sono già ispirati da te e dalla tua arte”.

“Sono stato lusingata e grata che la mia storia sia stata anche riconosciuta”, ha scritto la Spears nel post, raccontando di non averla condivisa subito perché ricevuta in un periodo in cui non era “in un momento di guarigione come sono ora”.

“Voglio aiutare gli altri in situazioni vulnerabili, prendere con coraggio. Sono fortunata ad avere una piccola cerchia di adorabili amici su cui posso contare… Nel frattempo grazie al Congresso per avermi invitato alla Casa Bianca”.

 

Comment here

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi