In evidenzaNewsSpettacolo

RAI, lutto per la morte del regista Paolo Beldì: è stato tra gli ideatori di “Quelli che il calcio”

E’ morto improvvisamente a 66 anni il regista Paolo Beldì, avrebbe compiuto 67 anni l’11 luglio. Negli anni ottanta è uno dei più attivi registi della neonata Fininvest, sia per programmi sportivi che di intrattenimento, come ad esempio Mai dire Banzai e Mai dire mundial. Nello stesso periodo firma come autore le musiche originali di Drive in per quattro anni con Roberto Negri.

In RAI dal 1990 è il regista di Mi manda Lubrano e di altre trasmissioni, firmando Svalutation con Adriano Celentano e altri programmi. Dal 1993 al 2009 è stato l’ideatore e regista di Quelli che il calcio, prima condotto da Fazio e in seguito da Simona Ventura.

Nel 1997 dirige Anima mia, trasmissione musicale di Fabio Fazio e Claudio Baglioni, due anni dopo affianca di nuovo Celentano con Francamente me ne infischio ed ancora nel 2005 con Rockpolitik e nel 2007 con La situazione di mia sorella non è buona.

Beldì ha avuto l’incarico di curare la regia anche per tre edizioni del Festival di Sanremo: nel 1999 (Fabio Fazio), nel 2000 (ancora Fazio) e nel 2006 (Giorgio Panariello).

Nel 2010 dirige in marzo lo show di Gigi D’Alessio su Rai 1 dal titolo Gigi questo sono io e poi dal 27 aprile, sempre su Rai 1, Voglia d’aria fresca con Carlo Conti.

Nel 2011 torna a curare la regia della trasmissione Quelli che il calcio condotta da Victoria Cabello

L’8 e 9 ottobre 2012 dirige lo show di Adriano Celentano trasmesso in diretta su Canale 5 dall’Arena di Verona dal titolo Rock Economy.

Nella stagione 2013-2014 Beldì è per la diciottesima volta al timone di Quelli che il calcio. Nel 2015 fa parte della giuria di esperti del Festival di Sanremo, condotto da Carlo Conti.

Ha scritto 3 libri: Perché inquadri i piedi? (1996, Zelig), Un Beldì vedremo… tutto viola (2010, Romano editore) e Due Beldì vedremo… tutto viola (2014, Lampi di stampa).

 

Comment here

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi